piano di governo del territorio_Sondalo (SO)

Sondalo è un comune di circa 4mila abitanti, localizzato in Valtellina, tra Tirano e Bormio.

Il contesto di Sondalo manifesta una particolare ricchezza di patrimoni ambientali,  che rappresentano gli elementi fondativi sui quali si sono storicamente costruiti il processi di antropizzazione e le economie di questo tratto di valle, e dotazioni urbane, che costituiscono un’eccellenza di riferimento per l’intera valle.

Da tali fattori il PGT ha tracciato due principi attorno ai quali si sono costruiti obiettivi e azioni di piano:

_ partecipare alle reti lunghe .. ovvero consolidare il ruolo territoriale di Sondalo e delle sue dotazioni urbane, la funzione di “epicentro” di questo ambito di valle, in un rapporto di complementarietà e sinergia con gli altri comuni. Questo principio rimanda al ruolo del PGT come catalizzatore di risorse e promotore di interventi orientati a migliorare le connessioni intravallive e a offrire occasioni di qualificazione, potenziamento e sviluppo dei servizi di rango sovralocale. In questo senso sono calibrate le più opportune scelte di piano che sappiano sfruttare gli elementi del quadro programmatico provinciale e regionale degli interventi pubblici e sappiano restituire certezze agli investitori e al sistema delle imprese, non solo locali. Il sistema turistico integrato, nodo di reti fruitive di area vasta anche in relazione al Parco delle Stelvio, così come il recupero multifunzionale del Villaggio Morelli sono solo due esempi di temi strategici cui il PGT contribuisce a dare attuazione.

_ .. abitare e lavorare nella qualità urbana locale, ovvero qualificare il territorio urbano ed extraurbano, i suoi servizi alla popolazione e generare così occasioni di rafforzamento dell’identità locale. Il PGT come politica pubblica in grado di definire le condizioni spaziali e territoriali per un percorso di miglioramento della già eccellente qualità insediativa. Il centro storico, i suoi assi commerciali, il sistema dei servizi pubblici, i centri dei nuclei della rete urbana policentrica, i tessuti residenziali, così come l’insieme del patrimonio ambientale  .. come elementi sui quali costruire iniziative e interventi progressivi di qualificazione urbana, di città “pubblica” in grado di sostenere i processi identitari collettivi di cittadinanza, appartenenza e ospitalità.

parchi territoriali_PLIS Terre dei Navigli

Il percorso di istituzione del parco territoriale ha coinvolto 9 Amministrazioni dei Comuni delle Terre dei Navigli (CR) e un territorio complessivo di 54 kmq; il PLIS-TdN è attualmente il secondo parco di interesse sovracomunale in Lombardia per estensione territoriale.

La consulenza si è articolata su due fronti di azione.

Il primo ha riguardato la costruzione della base analitico-conoscitiva del territorio a parco e l’accompagnamento del percorso istituzionale di riconoscimento del PLIS.

Il secondo è relativo alla redazione delle varianti urbanistiche dei PGT dei Comuni aderenti e degli strumenti di pianificazione del parco.

È stato sviluppato una specifico documento, Schede degli interventi e delle trasformazioni per il PLIS-TdN, funzionale a descrivere i contenuti e le modalità attuative degli interventi e delle trasformazioni atti a qualificare l’ambito territoriale individuato come PLIS.

I contenuti delle schede sono da utilizzarsi come riferimento, indirizzo e verifica nello sviluppo della progettualità attuativa degli interventi di trasformazione definiti per il PLIS-TdN, quando dovranno essere dettagliate le specifiche soluzioni tecnico-economiche e procedurali atte a raggiungere gli obiettivi e i requisiti indicati per l’intervento.

pianificazione locale _ Paderno Dugnano, PGT

Paderno Dugnano è localizzato a nord del capoluogo lombardo, entro il sistema territoriale metropolitano, uno dei sistemi urbani più densamente infrastrutturati d’Europa.

All’interno del ruolo di co-progettista (D:RH Sergio Dinale capogruppo), ho contribuito alla formulazione del disegno strategico di piano, che muove dal riconoscimento del sistema di relazioni di Paderno con il territorio metropolitano del Nord Milano.

Nello specifico, il ruolo a grande scala di Paderno è quello di “cerniera” tra l’alone denso milanese (Milano e i comuni di prima cintura) e l’articolazione insediativa della brianza e del rhodense (fatta di una trama urbana e infrastrutturale che disegna, in negativo, il sistema degli spazi aperti più o meno consistenti ed interconnessi).

Attraverso una fitta agenda di tavoli di lavoro con la Giunta e il Consiglio, sono stati condivisi e sviluppati nel PGT i seguenti obiettivi prevalenti:

>   valorizzare il ruolo di nodo tra diversi sistemi urbani e territoriali

>   valorizzare la posizione baricentrica nel sistema infrastrutturale per attrarre nuove opportunità di lavoro

>   rafforzare la leggibilità dei luoghi che possono avere capacità attrattiva (il Tilane, il Parco Lago Nord, il parco dello sport, ecc.), anche attraverso il rafforzamento delle loro relazioni e puntando a superare l’attuale loro carattere di episodicità

>   potenziare le attività che possono incrementare l’attrattività di Paderno Dugnano conservandone le caratteristiche di zona dotata di grandi parchi

>   connotare la città di Paderno quale nodo di connessione tra l’area metropolitana milanese e la Brianza.

area vasta _ Cremona, Piano d’Area

Il piano territoriale stralcio d’area di Cremona è lo strumento di pianificazione territoriale che deriva dagli accordi sanciti all’interno del protocollo di intesa sottoscritto dalla Provincia di Cremona con i comuni di Cremona, Sesto ed Uniti e Spinadesco e funzionale a risolvere situazioni di pesante criticità e conflitto inter-istituzionale.

Leggi tutto: area vasta _ Cremona, Piano d’Area